Come avere un profilo LinkedIn efficace per trovare lavoro?

profilo linkedin efficace

Profilo Linkedin efficace: esiste qualche regola che ti assicuri che il tuo profilo linkedin riuscirà a fare breccia nello schermo di qualche recruiter? Sarebbe bello, lo so. La realtà è che non c’è un sistema esatto che, come le istruzioni dell’IKEA ti permetterà di costruire il tuo profilo linkedin perfetto con cui verrai selezionato in un lampo e riuscirai a trovare il lavoro che sogni.

Però è anche vero che, senza un profilo Linkedin efficace, se vuoi trovare lavoro, è come andare in guerra armati di un coltellino svizzero. Fai sicuramente una brutta fine.

Linkedin per molti è una specie di mostro fastidioso, un po’ come la matematica per il 90% delle persone. Quella cosa per cui, pur di farne a meno, saresti disposto persino a lavare i piatti per un anno intero!

In effetti devo dire che non è uno strumento esattamente amichevole e intuitivo, per quanto di recente si siano impegnati molto a migliorarlo. Di certo rispetto a Facebook è meno semplice e, altrettanto certo, la maggior parte di noi frequenta Facebook così spesso da essere diventato una specie di seconda pelle che anche solo l’idea di affrontare un nuovo strumento ci fa sentire a disagio, è normale.

Il punto è che quando le persone chiedono informazioni sul come funziona Linkedin per trovare lavoro hanno due aspettative decisamente controproducenti:

  1. Pensano che Linkedin debba essere una specie di versione online del Curriculum
  2. Pensano che ci sia qualcosa o qualcuno che gli possa dire dalla A alla Z: fai così, gira di qua, schiaccia di là, scrivi in questa casella e troverai il lavoro.

Entrambe queste idee hanno un grado di verosimiglianza quanto l’aspettativa di trovare un unicorno o un puffo blu in giardino domani mattina.

Lo so che non è quello che ti volevi sentir dire ma è meglio sapere qual è la verità e regolartici subito, piuttosto che continuare a rincorrere le lucciole e poi stupirti che non servano ad illuminare abbastanza la tua strada verso il lavoro migliore.

Profilo Linkedin efficace: funziona solo se conosci queste regole

Linkedin è uno strumento TECNOLOGICO e in quanto tale è inevitabilmente destinato a cambiare continuamente ed evolvere. Qualsiasi cosa io possa scriverti oggi sul come funziona uno strumento tecnologico è invariabilmente destinata a diventare obsoleta in pochissimo tempo e sarebbe decisamente inutile.

In questo contesto iperveloce e ipertecnologico in cui tutti viviamo, invece, il modo per riuscire a venirne a capo vittoriosamente sta nel:

  1. Capire il quadro generale, la funzione complessiva a cui quello strumento dà risposta
  2. Prepararti a studiare i dettagli tecnici in autonomia, “smanettando” pesantemente, cioè cercando avidamente informazioni su Youtube e Google. Ovviamente non tutte le informazioni che troverai sono complete e utili ma ti posso assicurare che, qualunque sia l’argomento che desideri approfondire, con un po’ di impegno e di costanza, grazie a questi strumenti gratuiti puoi diventare competente quanto ti basta per fare tutto quello che ti serve tecnicamente.

I consigli di Linkedin per scrivere un profilo Linkedin efficace

Un profilo di LinkedIn è un ottimo modo per far sapere alle persone chi sei, chi o cosa rappresenti e quali sono i tuoi interessi. Sarà come un biglietto da visita tramite il quale le persone potranno trovarti e rimanere aggiornate sulle tue attività. Assicurati, quindi, che sia completo e in linea con l’immagine che vuoi dare di te.

Linkedin

Quelli che seguono sono i suggerimenti, che Linkedin stesso suggerisce per creare un profilo di LinkedIn efficace:

  1. Aggiungi una foto del profilo professionale: un foto appropriata aumenta la credibilità del tuo profilo e ti aiuta a distinguerti dalla massa. Su LinkedIn, i membri con una foto del profilo ricevono un numero di visualizzazioni di 21 volte superiore rispetto ai membri senza foto. Puoi anche aggiungere un’immagine di sfondo per personalizzare il tuo profilo.
  2. Metti in risalto il sommario: il sommario si crea man mano che aggiungi posizioni al profilo. Tuttavia, puoi riscriverlo per promuovere un’area di competenza o per far emergere la tua personalità.
  3. Scrivi un riepilogo: la sezione Informazioni dovrebbe descrivere la tua missione, la tua motivazione e le tue competenze alle persone che visualizzano il tuo profilo. Quando compili questa sezione, è preferibile limitare il testo a uno o due paragrafi. Puoi utilizzare un elenco puntato se non ti senti a tuo agio con la scrittura in paragrafi.
  4. Aggiungi tutte le esperienze lavorative e formative pertinenti: dovrai tenere aggiornato il profilo con tutte le esperienze professionali in linea con i tuoi obiettivi di carriera.
  5. Aggiungi competenze pertinenti: un elenco di competenze pertinenti sul tuo profilo ti aiuta a mostrare le tue abilità agli altri membri, tra cui colleghi e addetti alla selezione del personale.
  6. Richiedi segnalazioni da parte dei tuoi collegamenti: una segnalazione ha lo scopo di apprezzare o elogiare un collegamento, come un collega, un partner aziendale o uno studente.
  7. Usa il misuratore dell’efficacia del profilo per avere un’idea della qualità del tuo profilo.

Perché un profilo Linkedin efficace è abbastanza inutile per trovare lavoro

Penseresti che, se metti in atto tutti i 7 punti di Linkedin per creare un profilo linkedin efficace, sei a posto.

Niente di più lontano dalla realtà. Proprio perché LinkedIn non è una semplice alternativa digitale al biglietto da visita o al curriculum, se non ti prendi il tempo di interagire attivamente all’interno della community, ogni tuo sforzo sarà stato vano.

Partecipa quindi attivamente alle discussioni sui post di altri utenti, aggiungi alla tua rete utenti in target e cerca una prima interazione soft con loro: puoi usare la funzione search di Linkedin per individuare le persone in target con te e man mano aggiungerle. Una volta aggiunte, meglio scrivere un messaggio di presentazione coinvolgente e assolutamente non del tipo “hei, sto cercando lavoro”.

Altrettanto fondamentale è prenderti il tempo, con costanza e persistenza, per scrivere contenuti di valore nel tuo profilo. Contenuti che ti facciano conoscere nel tuo network per la tua professionalità, la tua competenza, le tue abilità, le tue caratteristiche personali più significative per il mondo del lavoro.

Per vedere se ti stai muovendo bene su Linkedin può essere utile dare un occhio al SSI, ovvero il Social Selling Index. Di cosa si tratta?

Indice di Social selling (da non confondere con il social marketing) è il modo in cui un’azienda o un professionista utilizzano i social media ed il potere del network di relazioni del team aziendale per raggiungere, o meglio superare, gli obiettivi di vendita prefissati, concentrandosi sui gusti di clienti potenziali, coinvolgendoli con approfondimenti, notizie ed informazioni utili e costruendo con loro solidi rapporti di fiducia.

(Fonte Wikipedia)

In altre parole il SSI è una misura dell’efficacia del tuo profilo sui social. Il SSI prende in considerazione le 4 aree di azione sul social misurando la qualità (secondo lui) della nostra presenza e la nostra capacità nell’utilizzo degli strumenti nella piattaforma. Per ogni area attribuisce un punteggio che va da 0 a 25. La somma dei punteggi delle 4 aree determina appunto il nostro SSI. In poche parole il Social Selling Index definisce quanto riesci a vendere te stesso e le tue competenze in modo specifico all’interno dei social.

Per conoscere il tuo SSI ti basta visitare la pagina dedicata e cliccare su “Get your free score”.

Leggi anche Come funziona Linkedin per trovare lavoro

E dopo il profilo Linkedin efficace cosa faccio?

La teoria, come vedi è MOOOOLTO facile e ormai la trovi ovunque, a partire dallo stesso Linkedin con tutte le sue mille guide.

Il problema è passare alla pratica, all’AZIONE.

E siccome so molto bene che non è semplice e ci sono un sacco di problemi che si frappongono fra te e la liberazione dalla tua insoddisfazione lavorativa, ho creato, insieme a due colleghe straordinarie – Francesca Scelsi, Career Coach e Alessandra Dell’Aglio, Job Profile Developer – il primo gruppo di career coaching dedicato a chi è alla ricerca di risposte e chiarezza per il proprio futuro professionale.

Un percorso ALL in ONE che ti permette di avere allo stesso tempo: consulenza di carriera, strumenti all’avanguardia per la ricerca efficace di lavoro, esercizi quotidiani per trovare le risposte che cerchi riguardo al tuo futuro, dei coach esperti a cui chiedere consiglio e molto molto altro ancora.

Erica Zuanon

Erica Zuanon

Ex frustrato Ingegnere-ma-volevo-fare-altro, oggi realizzata Content Strategist, Career Coach & Innovation Trainer, guido Aziende e Lavoratori ad affrontare con successo e autorealizzazione le sfide del cambiamento lavorativo nel mondo 4.0 attraverso il metodo proprietario CREEA®. Autrice di Missione Lavoro e Un Lavoro che Vale, ho ideato il progetto Azione IKIGAI per sostenere chi è alla ricerca del proprio perché professionale ma non sa come fare. 

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ti informiamo che questo sito fa utilizzo di “cookie” anche di terze parti per memorizzare dati utili alla sessione, migliorare la tua esperienza di navigazione ed eventualmente inviarti pubblicità maggiormente in linea con le tue preferenze ed aspettative. Cliccando su “ok” dai il tuo consenso all’uso dei cookie.