Come posso trovare lavoro velocemente? 23 passi fondamentali

come posso trovare lavoro velocemente

E adesso come faccio, come posso trovare lavoro velocemente? Questa è la tipica domanda di un volenteroso neolaureato tanto quanto quella di chi, a qualunque età, si ritrova all’improvviso senza lavoro. Qualunque sia il motivo per cui ora sei senza lavoro, il tuo unico obiettivo ora è quello di trovare lavoro velocemente ed è più che comprensibile. Il lavoro è una parte fondamentale della nostra vita, non solo perché ti permette di pagare le bollette ma perchè, se lo scegli bene e riesci a trovare il lavoro giusto per te, è una delle vie di autorealizzazioni principali.

Per quanto questo sia un obiettivo piuttosto sfidante – soprattutto se devi trovare lavoro in tempo di crisi – imparare strumenti e strategie per far rendere al massimo i tuoi sforzi di ricerca lavoro può sicuramente accelerare il processo e permetterti di approdare al tuo nuovo lavoro più velocemente.

Prima di procedere oltre ricordati che, se in questo momento stai cercando un nuovo lavoro perché stai facendo un lavoro che odi e faresti di tutto pur di cambiare lavoro, è fondamentale che tu ti muova con ancora più cautela. Per quanto stress da lavoro tu stia vivendo, per quanto il tuo sia un lavoro noioso a morte, per quanto insoddisfatto tu sia del tuo lavoro, se non sai esattamente che lavoro fare d’altro e soprattutto non sai esattamente come e quando muoverti per cambiare lavoro, rischi di cadere dalla padella alla brace e poi trovarti a rimpiangere per aver sbagliato a cambiare lavoro.

Sapere come trovare lavoro velocemente è inutile se…

Come diceva già Seneca quasi 2000 anni fa, nessun porto è sicuro e nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa dove andare.

Vuoi trovare lavoro velocemente e questo è comprensibile. Ma ESATTAMENTE quale tipo di lavoro?

come trovare lavoro velocemente

Se la risposta cerco qualunque tipo di lavoro basta trovarlo in fretta, hai un problema molto grosso.

“Cerco qualunque tipo di lavoro” = “Non troverai nessun lavoro”

Può sembrare strano ma il fatto di presentarti al mercato con l’idea di essere disponibile a qualunque cosa non dà – come invece si crede – l’impressione che tu sia una persona molto aperta e quindi un buon candidato.

Dà piuttosto l’impressione che tu sia alla canna del gas e che venderesti persino tua madre pur di trovare un lavoro.

Il che potrebbe anche essere realmente la tua situazione, potresti anche essere veramente in una condizione di così grande urgenza di bisogno così impellente di trovare lavoro in fretta.

MA il mercato NON lo deve sapere.

Il motivo è semplicissimo e presto detto: il mercato, le aziende, il tuo prossimo datore di lavoro NON vuole risolvere i tuoi problemi di pagare il mutuo, le bollette, l’affitto o qualunque altra spesa tu abbia.

Al mercato, alle aziende NON interessano le tue difficoltà.

Vogliono assumere e pagare qualcuno che:

  1. Sia pronto a dare il massimo PER l’azienda
  2. Sia pronto a risolvere problemi anziché crearli

È un sottile cambio di prospettiva e di modo di vedere ma farà tutta la differenza.

Quindi assicurati di fare una lista molto dettagliata di tutte le tue competenze, esperienze e risultati professionali, come abbiamo già discusso nel post dedicato al Bilancio di Competenze per il Lavoro.

Quindi assicurati di individuare tutti i settori in cui puoi lavorare, stando al lavoro che hai fatto fin qui, e tutti i settori in cui vorresti o potresti lavorare se ti riqualificassi.

Un percorso di Reskilling o Riqualificazione Professionale è una strada sempre molto preziosa da percorrere perché ti dà la possibilità di immaginare nuovi modi in cui potresti portare il tuo contributo.

Il che può essere addirittura un percorso obbligato se ti trovi a dover trovare un nuovo lavoro in tempo perché il tuo settore è stato spazzato via da una delle tempeste della crisi di questi ultimi anni.

In questi casi è infatti fondamentale avere una strategia che ti permetta di giustificare al mercato il tuo cambio di settore. Giustificare non si intende il fatto di spiegare che il tuo settore è fallito, purtroppo questo di nuovo al mercato non azienda.

Giustificare significa spiegare al mercato e alle aziende di un nuovo settore come e perché dovrebbero fidarsi delle tue competenze maturate in un diverso settore. Spiegare le tue competenze “trasferibili”, motivare il perché e come hai in programma di renderle altamente utili anche nel nuovo settore, significa fare una riqualificazione professionale efficace e dunque aumentare di molto le tue chance di trovare un nuovo lavoro più velocemente, nonostante la crisi.

Come trovare lavoro velocemente

Partiamo diretti con i 23 passi necessari per aiutarti a capire come puoi trovare lavoro più velocemente.

  1. Aggiorna il tuo curriculum
  2. Usa la tua rete di conoscenze
  3. Usa diversi strumenti di ricerca lavoro attiva
  4. Sfrutta al massimo le opzioni di ricerca avanzata nelle bacheche di annunci di lavoro
  5. NON candidarti per qualunque tipo di lavoro ti passi sotto mano
  6. Non mollare
  7. Personalizza la lettera di presentazione per ogni candidatura che presenti
  8. Personalizza il tuo curriculum per ogni candidatura che presenti
  9. Sii selettivo rispetto a quello che metti nel curriculum: non deve essere la tua biografia ma un trailer super interessante per l’azienda a cui ti candidi
  10. In caso di vuoti temporali nel tuo curriculum, inserisci altre attività che diano senso agli spazi vuoti
  11. Per il colloquio vestiti in maniera consona alla posizione che vuoi ottenere
  12. Cerca di essere il più possibile te stesso durante il colloquio
  13. Preparati in anticipo alle possibili domande di colloquio
  14. Non parlare negativamente del tuo precedente datore di lavoro
  15. Sii fiducioso
  16. Sii coinvolto e coinvolgi
  17. Ringrazia dopo il colloquio
  18. Non accettare un lavoro a meno che non sia una buona soluzione rispetto al tuo piano di carriera
  19. Espandi la tua rete di conoscenze e collegamenti online e offline
  20. Cerca e chiedi referenze
  21. Candidati anche più di una volta per lo stesso lavoro, se pensi sia realmente quello giusto per te
  22. Prendi in considerazione dei lavori “temporanei” per coprire lo spazio di tempo della ricerca
  23. Sii paziente con te stesso e non mollare.
un lavoro che vale
www.unlavorochevale.it

Analizziamo ora i 23 punti in dettaglio per capire meglio come fare per trovare lavoro più velocemente.

1 Aggiorna il tuo Curriculum

Può sembrare scontato ma se hai un CV fermo nel cassetto da anni, hai sicuramente bisogno di aggiornarlo: assicurati che sia pronto per spiegare al meglio chi sei e chi sei diventato negli ultimi anni e con tutte le tue migliori esperienze professionali. E naturalmente attenzione ai piccoli (non insignificanti) dettagli che possono farlo rendere poco appetibile al volo: dalla frase aggiornata sulla privacy alla firma, passando per formattazione elegante e controllo errori. Non lasciare niente al caso

2. Usa la tua rete di conoscenze

Qui non si tratta solamente di dire ai tuoi amici e conoscenti che stai cercando un nuovo lavoro e di dirti se sentono di qualche posto libero in giro. Anche questa parte deve essere gestita in modo strategico:

  • fai una lista dettagliata di tutte le persone che conosci, non semplicemente quelle che frequenti quotidianamente. Fatti un giro nella rubrica del telefono o nella lista amici dei tuoi social e fai mente locale su tutte le persone a cui potresti far sapere della tua nuova esigenza di trovare lavoro
  • prepara un breve messaggio SPECIFICO che indichi esattamente il tipo di posizione che stai cercando, da inoltrare alle persone che contatterai
  • non dimenticare le buone maniere: entrare a gamba tesa con una richiesta di aiuto per il tuo lavoro solo perché hai fretta, non è un buon biglietto da visita se lo fai con qualcuno che non senti da tempo. Certo, tu hai fretta, ma la fretta non deve essere nemica delle relazioni. Saranno le relazioni ad aiutarti ad arrivare prima e meglio al tuo prossimo nuovo lavoro perciò curale con attenzione e rispetto

3. Usa diversi modi per cercare lavoro

Uno dei più grandi errori che si fa quando si vuole trovare un nuovo lavoro in fretta è mettersi davanti al computer e caricare decine di curriculum o candidature ad annunci online.

Sembra di procedere più velocemente ma in realtà quella di rispondere solo agli annunci online non è l’unica strategia e non è nemmeno la più efficace, come ho spiegato nell’articolo Annunci di Lavoro, istruzioni per l’uso: come non farti mangiare dal Minotauro nel mortale labirinto.

4. Sfrutta le opzioni di ricerca avanzata online

Lo so, con ogni probabilità non ricordi nulla di insiemi ed insiemistica ma è fondamentale che tu cerchi di fare un ripasso quanto prima.

Le opzioni di ricerca booleana sono un prezioso alleato per la tua ricerca di un nuovo lavoro. Sfrutta anche le opzioni di alerting che molti portali e lo stesso Linkedin ti mettono a disposizione.

5. Non candidarti per qualunque posizione aperta disponibile

Di questo abbiamo già parlato: se non sei selettivo ti presenti al mercato come una persona di basso valore. Di più non è meglio. Per trovare lavoro più velocemente devi essere specifico e selettivo, muoverti con chiarezza ed esplorare in modo creativo il mercato: il 75% delle opportunità di lavoro oggi sono nascoste sotto il pelo dell’acqua. Devi andarle a scovare e non ci riuscirai se ti limiti a rispondere a qualunque posizione aperta che trovi in giro: quelle sono le opportunità sopra il pelo dell’acqua, visibili a tutti. Tu devi andare dove gli altri non vanno.

6. Non mollare

Se hai individuato una posizione che per te sarebbe veramente ottimale non fare l’errore di mollare la ricerca in attesa della risposta: perderesti tempo inutilmente. Resta sul pezzo, continua comunque la tua ricerca attiva. Non puoi mai sapere cosa la vita ha davvero in serbo per te.

7. Personalizza la lettera di presentazione per ogni candidatura
8. Personalizza il curriculum per ogni candidatura
9. Sii selettivo rispetto alle esperienze che includi nel CV

Evita il grossolano errore di fare una stampa massiva di lettera di presentazione e curriculum da mandare tutte uguali ovunque ti capiti. È fondamentale che ogni candidatura sia presentata in modo più allineato possibile alla posizione per cui ti candidi. E anche il contenuto del CV, soprattutto se sei una persona di una certa esperienza, è opportuno che cambi: seleziona solo le esperienze e competenze più pertinenti alla posizione per cui ti candidi.

10. Giustifica i vuoti nel curriculum

Se sei stato disoccupato per un certo periodo non lasciare che questo trasmetta l’impressione che te ne sei stato con le mani in mano. Inserisci strategicamente altre attività ed esperienze che facciano intendere che, per quanto disoccupato, non te ne sei stato con le mani in mano.

11. Vestiti per la posizione per cui ti candidi

L’abito non fa il monaco è un modo di dire che NON vale nel mondo del lavoro. Non se vuoi trovare lavoro velocemente. La dura verità è che conoscere e usare il dress code sbagliato fa alzare le difese al tuo interlocutore e rende la tua battaglia più ardua (e lunga).

12. Sii te stesso durante il colloquio
13. Presentati preparato al colloquio

Te stesso non significa impreparato. Se ti prepari studiando in anticipo le possibili domande di colloquio potrai pensare a risposte strategiche che permettano di metterti in luce al meglio, pur essendo te stesso ma senza rischiare di fare brutta figura o risultare inappropriato o, peggio, impreparato.

14. Non parlare male del tuo precedente impiego

Questo è un errore super comune: parlare male del lavoro attuale che vuoi lasciare o che si è concluso. Dai un’impressione molto negativa che viene tendenzialmente interpretata da un selezionatore come un segnale che non sei una persona affidabile e potresti fare altrettanto anche per l’azienda per cui ti candidi.

15. Sii fiducioso

Anche se ti tremano le gambe, fai in modo di dare un’impressione di te serena e tranquilla. Sì, lo so che per te trovare lavoro velocemente è importante. Ma non farlo trasparire. Ricorda che loro cercano qualcuno che risolva i LORO problemi, non i tuoi. Se riuscirai a mettere i problemi dell’azienda davanti ai tuoi, lo percepiranno e tu avrai il tuo nuovo lavoro più velocemente.

16. Coinvolgiti e coinvolgi

Ascolta e manifesta interesse al tuo selezionatore durante il colloquio. Non fare l’errore di essere 200% concentrato su te stesso, su cosa penseranno, su cosa succederà. Ascolta, coinvolgiti e coinvolgi il tuo interlocutore cercando di essere il più proattivo possibile. Fai domande, per quanto ti sarà possibile. E fai in modo che queste domande manifestino il tuo genuino interesse per l’azienda (non per il quanto ti pagheranno!).

17. Ringrazia dopo il colloquio

Ricorda che la tua è una partita a lungo termine. Anche se dovessero non scegliere te adesso, non è detto che non possano avere bisogno di te in futuro. O magari raccomandarti a qualcun altro di loro conoscenza. Ma non lo faranno se non avrai lasciato di te una traccia piacevole.

Come diceva Maya Angelou, le persone non si ricorderanno di te ma di come le hai fatte sentire. Un ringraziamento ben fatto dopo un colloquio funziona esattamente in questo senso.

18. Non accettare un’offerta se non sei veramente convinto

Capire se dire di sì ad un’offerta di lavoro in certi casi può essere molto difficile, soprattutto se hai bisogno di trovare lavoro velocemente e sei in stress.

Ma fai molta attenzione a valutare perché se scendi troppo a compromessi solo per la paura di non trovare altro, potresti finire per pentirtene amaramente.

19. Aumenta il tuo network

Mentre cerchi assicurati di avere una routine quotidiana per ampliare le tue conoscenze. Usa Linkedin, sfrutta ogni possibilità di networking per conoscere nuove persone e sii sempre pronto a presentarti al meglio e strategicamente: biglietto da visita, contatto su Linkedin, follow up, coltivare la relazione, sono tutti step indispensabili per seminare semi preziosi da cogliere prima o poi nella tua vita lavorativa.

20. Cerca referenze

Avere chi parla bene di te è fondamentale. Non deve necessariamente essere qualcuno con cui hai lavorato, anche un genitore della scuola di tuo figlio che ha apprezzato le tue capacità organizzative durante le riunioni scolastiche potrebbe essere un punto di referenza importante. Ma anche i clienti o fornitori dell’azienda o delle aziende per cui hai lavorato possono essere dalla tua parte. Non lasciare niente di intentato e fatti scrivere due righe di referenza da chiunque strategicamente sia interessante per la tua ricerca.

21. Non fermarti ad una sola candidatura

Se hai trovato il tuo lavoro dei sogni, mandato la candidatura ma nessuno ti ha risposto: NON DEMORDERE. Ci sono storie affascinanti di persone che si sono ricandidate decine di volte prima di avere una risposta. Ma alla fine l’hanno avuta. La persistenza paga sempre.

22. Considera posizioni temporanee nel frattempo

Se hai chiaro dove vuoi arrivare e aspetti solo il momento che si accorgano di te, sii disposto a scendere a compromessi temporanei: l’importante è avere chiaro dove stai andando e scegliere anche in funzione delle nuove competenze ed esperienze che il lavoro temporaneo ti darà. Muoviti con il quadro complessivo bene in mente, non andare a tentoni: disegna il tuo piano di carriera e costruisci ogni singolo passo di conseguenza.

23. Sii paziente con te stesso

Cercare un nuovo lavoro è sfidante. Le emozioni negative arriveranno e anche piuttosto spesso: paura, scoraggiamento, sfiducia sono purtroppo compagne di ogni ricerca lavoro.

Datti una routine quotidiana per la ricerca ma ritagliati anche spazio per rilassarti e rigenerarti. Cerca supporto di un professionista oltre che di amici e parenti. Ma soprattutto non perdere mai la speranza.

La fortuna è l’opportunità che incontra la preparazione: tu dai il tuo meglio nella preparazione e l’opportunità arriverà presto a coronare la tua fortuna.

In bocca al lupo!

Percorso Potere Professionale
Erica Zuanon

Erica Zuanon

Ex frustrato Ingegnere-ma-volevo-fare-altro, oggi realizzata Content Strategist, Career Coach & Innovation Trainer, guido Aziende e Lavoratori ad affrontare con successo e autorealizzazione le sfide del cambiamento lavorativo nel mondo 4.0 attraverso il metodo proprietario CREEA®. Autrice di Missione Lavoro e Un Lavoro che Vale, ho ideato il progetto Azione IKIGAI per sostenere chi è alla ricerca del proprio perché professionale ma non sa come fare. 

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ti informiamo che questo sito fa utilizzo di “cookie” anche di terze parti per memorizzare dati utili alla sessione, migliorare la tua esperienza di navigazione ed eventualmente inviarti pubblicità maggiormente in linea con le tue preferenze ed aspettative. Cliccando su “ok” dai il tuo consenso all’uso dei cookie.